"The Birthday Party" di Harold  Pinter

di Matteo Visentini.


Al Teatro del Navile, Nino Campisi mette in scena "The Birthday Party" di Harold Pinter, commedia in tre atti dal meccanismo perfetto dove per la prima volta emerge la vocazione comica dell'autore inglese, quella che Guido Davico Bonino definisce "la padronanza del comico in funzione drammatica " nell'opera di Pinter.

Ci sono momenti in cui la realtà si deforma e assume ora aspetti ambigui e inquietanti, ora paradossali e assurdi, fino a generare la risata.

Questi momenti potrebbero sembrare l'uno all'altro opposti e inconciliabili, eppure sono un semplice effetto della stessa incrinatura che produciamo con il linguaggio quando ci accingiamo a interpretare la realtà.La scelta stilistica più evidente in questa regia di Nino Campisi è quella di esaltare i momenti comici e umoristici, gli equivoci e i fraintendimenti ma nel contempo rifuggendo dalla delimitazione di "genere".

Uno sguardo disincantato sulla realtà che permette di cogliere i diversi aspetti della natura umana, le contraddizioni e le incongruenze, le corrispondenze non verbali, l'intrinseca comicità e drammaticità delle vicende umane.La trama di questa commedia fortunata è quanto mai avvincente.