Il teatro ecologico



Laboratorio Il Teatro Ecologico. Incontri e spettacoli.

Febbraio – marzo 2011

La filosofia


Quando Gregory Bateson cominciò a parlare di Ecologia della Mente non credo sapesse esattamente cosa volesse dire. Era un’intuizione, una sensazione, un desiderio: quello di liberare la mente dagli inquinamenti prodotti da secoli di quella che chiamiamo civiltà, per lo meno la nostra, quella dell’Occidente. Quello che sapeva con certezza era invece che, attribuendo un nome ad un’idea, questa avrebbe cominciato a vivere e come un seme avrebbe iniziato a mettere radici, a crescere, ad esistere. Mi occupo di ecologia da più di quindici anni e ho maturato la convinzione che il maggior nemico dell’ecologia sia la sua immagine di rinuncia, di sacrificio, di povertà, di ristrettezza. L’ecologia è diventata sinonimo di sacrificio. Questo è il motivo che le impedisce di crescere e il paradosso è che è un motivo sbagliato.